Riassunto del libro "IO MUSULMANO IN ITALIA - Quale Islam in Europa?"

Questo libro è il risultato dell'esperienza quasi quarantennale di un musulmano in Italia. L'autore è un musulmano sciita nato in Iran nel 1943, venuto a studiare in Italia negli anni sessanta. Ha vissuto pienamente l'esperienza del "sessantotto" del movimento studentesco italiano e quello iraniano all'estero. Sempre in quegli anni ha contratto matrimonio con una studentessa italiana. Dapprima per ragioni politiche e successivamente soprattutto per motivi di famiglia ha scelto di rimanere in Italia.

Pur avendo una formazione politica laica e democratica, ha conservato la sua religione d'origine.

In questo libro, attraverso brevi cenni storici, illustra la religione musulmana e le sue ramificazioni, i principi fondamentali dell'Islam e le differenze tra sunniti e sciiti.

Egli appartiene alla prima generazione dei musulmani che nella seconda metà del novecento sono giunti in Italia ed in Europa per motivi di studio e si sono integrati in questi Paesi. Con linguaggio sciolto e scorrevole narra la sua storia e quella di tanti altri immigrati mediorientali in Italia. Parla delle loro aspirazioni e delle ragioni di questa presenza. Racconta come, al momento di lasciare la Persia, sua madre gli disse: "Quando sarai lontano dalla tua terra dove non ci sono le moschee, vai a pregare Dio in chiesa". Spiega quanto siano vicine le tre religioni monoteistiche ed afferma il profondo rispetto che portano i musulmani nei confronti dei cristiani ed i loro simboli, a cominciare dal Crocifisso. Tratta anche la problematica sollevata dal divieto di Hijab islamico (velo) nelle scuole statali francesi.

Nell'era delle azioni terroristiche compiute da persone che si dichiarano musulmane e della guerra preventiva dell'amministrazione Bush come risposta, spiega perché è necessario il dialogo tra il mondo islamico e quello cristiano. E perché "la pace" è divenuta la parola più importante, nella nostra era per tutti gli abitanti della terra.

Parla del ruolo della religione nella formazione degli uomini e delle donne che al momento di intraprendere ogni azione ragionano e non commettono atti che potrebbero danneggiare altri esseri umani. Hanno la capacità di ragionare con la propria mente e non obbediscono ciecamente a nessun dogma né persona.

Espone la sua visione di religione, fede e secolarismo nel mondo di oggi. Si sofferma sui diritti umani e sui principi irrinunciabili della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo e della Carta Magna delle Nazioni Unite nei paesi musulmani ed in tutto il mondo.

Nelle conclusioni del libro, cerca di rispondere alle domande più urgenti e ricorrenti di oggi: quale Islam in Italia ed in Europa? La creazione dei centri culturali multi etnici dei musulmani in Italia. La scuola italiana ed i musulmani. La fondazione delle università islamiche in Europa. L'approvazione di una legge per regolamentare la formazione e le elezioni dei Consigli di rappresentanza locale e nazionale dei musulmani in Italia.

Il formato digitale di questo libro (Ebook) è distribuito tramite il sito Io mussulmano in Italia - Quale Islam in Europa? su Books Google .

Home Page  -   info@fayaz.it